Descrizione Progetto

Istruttore di
TREKKING

CORSO IN PRESENZA
Sessione primaverile 2021
Date ancora da stabilire
Per garantire il massimo livello di sicurezza a corsisti e docenti, il numero di partecipanti minimo per l’attivazione del corso sarà di 3 fino al raggiungimento della soglia di capienza massima di 15 persone.
Ammessi a partecipare: sportivi praticanti la disciplina specifica/analoga da almeno 1 stagione
PRESENTAZIONE:

L’escursionismo o trekking si distingue dall’alpinismo (definizione italiana di scalare montagne perché sulle Alpi avvennero le prime ardite salite, mentre nel resto del mondo si dice climbing: arrampicare), per la minore pendenza del percorso e permette di conoscere il territorio svolgendo contemporaneamente una sana e tonificante attività all’aria aperta.

Praticare l’escursionismo o trekking in tranquillità, vuol dire avere una buona preparazione psicofisica, equipaggiamento adeguato e non improvvisare. Infatti gli infortuni in montagna aumentano proprio quando non si ha una adeguata preparazione.

Da queste considerazioni è nato questo corso denominato Istruttore di Trekking che comprende sia una camminata veloce in città e sia una escursione in montagna spesso chiamata trekking. Questa parola (trekking) proviene dal gergo dei boeri (contadini olandesi) emigrati in Sud Africa per i quali trek significava prendere le proprie cose e andare. Nel 1883 gli inglesi ebbero numerosi scontri con i Boeri a causa della scoperta di grossi giacimenti di diamanti e il frequente ascolto di questa parola fu da loro trasformata in trekking.

È una delle attività motorie tra le più economiche e una delle migliori attività sportive per mantenere attivo il corpo con enormi benefici a livello cardiocircolatorio e polmonare.

Diversi studi condotti in varie parti del mondo (Stati Uniti soprattutto), hanno dimostrato che l’attività fisica aerobica non competitiva praticata all’aria aperta è quella che da più benefici al nostro cervello e di conseguenza al nostro corpo, con benefici sia mentali che fisici.

È una attività che ti permette di emozionarti molto nel raggiungere una cima, superare piccole difficoltà e vincere la fatica aumentando la propria autostima. Emozioni da condividere con il gruppo con cui stai camminando oppure da sentire dentro di te perché camminare è anche un po’ meditare con la natura circostante, scoprendo posti bellissimi pieni di verde; ammirare animali come i camosci, stambecchi, volpi oppure fiori molto rari mentre respiri aria pura che ti ossigena le cellule.

Per fare questo è importante essere preparati sul vestiario, sul supporto alimentare e su tutto quanto è necessario per accompagnare e guidare un gruppo in sicurezza e tranquillità. Per cui, potrai apprendere tecniche di progressione nel cammino; nozioni di cartografia e meteorologia; cenni di anatomia e fisiologia; comunicazione; primo soccorso e ruolo del soccorritore; uscite esperienziali in ambiente.


PROGRAMMA

  • L’apparato muscolare: funzioni, comportamenti, proprietà dei muscoli.
  • Contrazione muscolare e movimento, classificazione dei muscoli, la struttura dei muscoli.
  • Meccanica dell’apparato locomotore: muscoli volontari e involontari.
  • Fibre rosse (lente), fibre bianche (rapide)
  • Classificazione dei muscoli
  • L’ ATP: energia per la contrazione (lavoro anaerobico alattacido, anaerobico lattacido, aerobico).
  • L’apparato scheletrico: funzioni.
  • Le articolazioni: sinartrosi, anfiatrosi, diartrosi.
  • La colonna vertebrale: vertebre cervicali, dorsali, lombari, sacrali, coccigee.
  • Cinto pelvico e bacino
  • Arti superiori e inferiori
  • Lo stretching
  • La camminata sportiva: benefici, effetti, controindicazioni.
  • Tecniche della camminata: le andature.
  • Postura e respirazione corretta durante il Trekking e a riposo.
  • Esercizi di tonificazione individuali e a coppie per i muscoli più sollecitati dal Trekking.
  • Come comunicare efficacemente con gli allievi.
  • Suggerimenti di correzione.
  • Cenni di primo soccorso.
  • Il trekking in sicurezza: l’escursionismo in ambiente montano.
  • I rischi derivanti da incontri con animali selvatici: cinghiali, cani randagi, lupi.
  • L’equipaggiamento tecnico più idoneo e le calzature più adatte (scarponi).
  • Lo zaino: cosa deve contenere e come deve essere preparato.
  • Sussidi didattici: i bastoncini, il walky-talky, il GPS, la bussola, le carte topografiche, ecc.
  • La preparazione fisica e l’alimentazione più idonea.
  • L’organizzazione di un’escursione: scelta della meta.
  • Scala delle difficoltà escursionistiche: segnaletica convenzionale.
  • Pericoli oggettivi e soggettivi nel Trekking.
  • Cenni di meteorologia: cosa fare in caso di cattivo tempo, nebbia, vento, freddo, temporali, fulmini.
  • L’escursionismo/trekking e le implicazioni psicologiche.
  • Soccorso aereo mediante elicottero.
  • Segnali internazionali di soccorso alpino.

AREA MANAGEMENT

  • Le responsabilità civile e penale dell’istruttore di Trekking.
  • La prevenzione: le assicurazioni.
  • La normativa vigente che governa le discipline escursionistiche (differenze amministrative e gestionali tra la disciplina sportiva del Trekking e le professioni regolamentate delle guide alpine e degli accompagnatori di media montagna).
  • Come gestire un’ Associazione sportiva dilettantistica o una Società sportiva dilettantistica alla luce delle norme giuridiche sulle leggi dello sport (L.342/2000).

Per maggiori informazioni su questo corso inserisci i tuoi dati e ti invieremo subito tutti i dettagli



    Accetto l’informativa sulla privacy.

    CORSO IN PRESENZA
    Sessione primaverile 2021
    Date ancora da stabilire
    Per garantire il massimo livello di sicurezza a corsisti e docenti, il numero di partecipanti minimo per l’attivazione del corso sarà di 3 fino al raggiungimento della soglia di capienza massima di 15 persone.

    Per maggiori informazioni su questo corso inserisci i tuoi dati e ti invieremo subito tutti i dettagli



      Accetto l’informativa sulla privacy.

      Istruttore di
      TREKKING

      Ammessi a partecipare: sportivi praticanti la disciplina specifica/analoga da almeno 1 stagione
      PRESENTAZIONE:

      L’escursionismo o trekking si distingue dall’alpinismo (definizione italiana di scalare montagne perché sulle Alpi avvennero le prime ardite salite, mentre nel resto del mondo si dice climbing: arrampicare), per la minore pendenza del percorso e permette di conoscere il territorio svolgendo contemporaneamente una sana e tonificante attività all’aria aperta.

      Praticare l’escursionismo o trekking in tranquillità, vuol dire avere una buona preparazione psicofisica, equipaggiamento adeguato e non improvvisare. Infatti gli infortuni in montagna aumentano proprio quando non si ha una adeguata preparazione.

      Da queste considerazioni è nato questo corso denominato Istruttore di Trekking che comprende sia una camminata veloce in città e sia una escursione in montagna spesso chiamata trekking. Questa parola (trekking) proviene dal gergo dei boeri (contadini olandesi) emigrati in Sud Africa per i quali trek significava prendere le proprie cose e andare. Nel 1883 gli inglesi ebbero numerosi scontri con i Boeri a causa della scoperta di grossi giacimenti di diamanti e il frequente ascolto di questa parola fu da loro trasformata in trekking.

      È una delle attività motorie tra le più economiche e una delle migliori attività sportive per mantenere attivo il corpo con enormi benefici a livello cardiocircolatorio e polmonare.

      Diversi studi condotti in varie parti del mondo (Stati Uniti soprattutto), hanno dimostrato che l’attività fisica aerobica non competitiva praticata all’aria aperta è quella che da più benefici al nostro cervello e di conseguenza al nostro corpo, con benefici sia mentali che fisici.

      È una attività che ti permette di emozionarti molto nel raggiungere una cima, superare piccole difficoltà e vincere la fatica aumentando la propria autostima. Emozioni da condividere con il gruppo con cui stai camminando oppure da sentire dentro di te perché camminare è anche un po’ meditare con la natura circostante, scoprendo posti bellissimi pieni di verde; ammirare animali come i camosci, stambecchi, volpi oppure fiori molto rari mentre respiri aria pura che ti ossigena le cellule.

      Per fare questo è importante essere preparati sul vestiario, sul supporto alimentare e su tutto quanto è necessario per accompagnare e guidare un gruppo in sicurezza e tranquillità. Per cui, potrai apprendere tecniche di progressione nel cammino; nozioni di cartografia e meteorologia; cenni di anatomia e fisiologia; comunicazione; primo soccorso e ruolo del soccorritore; uscite esperienziali in ambiente.


      PROGRAMMA

      • L’apparato muscolare: funzioni, comportamenti, proprietà dei muscoli.
      • Contrazione muscolare e movimento, classificazione dei muscoli, la struttura dei muscoli.
      • Meccanica dell’apparato locomotore: muscoli volontari e involontari.
      • Fibre rosse (lente), fibre bianche (rapide)
      • Classificazione dei muscoli
      • L’ ATP: energia per la contrazione (lavoro anaerobico alattacido, anaerobico lattacido, aerobico).
      • L’apparato scheletrico: funzioni.
      • Le articolazioni: sinartrosi, anfiatrosi, diartrosi.
      • La colonna vertebrale: vertebre cervicali, dorsali, lombari, sacrali, coccigee.
      • Cinto pelvico e bacino
      • Arti superiori e inferiori
      • Lo stretching
      • La camminata sportiva: benefici, effetti, controindicazioni.
      • Tecniche della camminata: le andature.
      • Postura e respirazione corretta durante il Trekking e a riposo.
      • Esercizi di tonificazione individuali e a coppie per i muscoli più sollecitati dal Trekking.
      • Come comunicare efficacemente con gli allievi.
      • Suggerimenti di correzione.
      • Cenni di primo soccorso.
      • Il trekking in sicurezza: l’escursionismo in ambiente montano.
      • I rischi derivanti da incontri con animali selvatici: cinghiali, cani randagi, lupi.
      • L’equipaggiamento tecnico più idoneo e le calzature più adatte (scarponi).
      • Lo zaino: cosa deve contenere e come deve essere preparato.
      • Sussidi didattici: i bastoncini, il walky-talky, il GPS, la bussola, le carte topografiche, ecc.
      • La preparazione fisica e l’alimentazione più idonea.
      • L’organizzazione di un’escursione: scelta della meta.
      • Scala delle difficoltà escursionistiche: segnaletica convenzionale.
      • Pericoli oggettivi e soggettivi nel Trekking.
      • Cenni di meteorologia: cosa fare in caso di cattivo tempo, nebbia, vento, freddo, temporali, fulmini.
      • L’escursionismo/trekking e le implicazioni psicologiche.
      • Soccorso aereo mediante elicottero.
      • Segnali internazionali di soccorso alpino.

      AREA MANAGEMENT

      • Le responsabilità civile e penale dell’istruttore di Trekking.
      • La prevenzione: le assicurazioni.
      • La normativa vigente che governa le discipline escursionistiche (differenze amministrative e gestionali tra la disciplina sportiva del Trekking e le professioni regolamentate delle guide alpine e degli accompagnatori di media montagna).
      • Come gestire un’ Associazione sportiva dilettantistica o una Società sportiva dilettantistica alla luce delle norme giuridiche sulle leggi dello sport (L.342/2000).

      Modulistica e iscrizione
      Iscriviti al corso ora!

      Segreteria Corsi:
      351.1874358

      dalle 10:30 alle 13:30
      Direttore Corsi:
      339.7367858
      dalle 16:00 alle 19:00

      Consulta il
      Calendario Corsi